Alba Tramonto
Fase lunare di oggi

Situazione generale:
La goccia fredda ionica è parte di una struttura depressionaria più ampia dalla forma allungata nella direzione longitudinale, che va diminuendo di curvatura e quindi di efficacia perturbativa. Tutto ciò per dire che le precipitazioni sono in fase di esaurimento sul settore meridionale peninsulare; residui fenomeni sono previsti permanere sulla Sardegna e nord-est.
Evoluzione per i prossimi giorni sull'Italia:
La fase di stasi odierna durerà davvero poco visto che già da domani le condizioni torneranno a deteriorarsi. Lungo il profilo orientale dell'alta pressione atlantica proiettata ad allungarsi verso l'Islanda, la saccatura scandinava farcita di aria fredda artica sprofonderà verso l'Algeria e da lì richiamerà flussi ben più caldi pilotati poi verso le nostre regioni. Gran parte del territorio nazionale vedrà peggiorare le condizioni nel corso del weekend ma sarà il settentrione a subire i fenomeni più intensi perché verrà a trovarsi sulla linea di convergenza fra le due masse d'aria così diverse fra loro, complice anche l'effetto stau della barriera alpina rispetto ai flussi meridionali. Un miglioramento è atteso poi con l'inizio della nuova settimana. Il richiamo dell'aria mite meridionale provocherà anche un graduale recupero delle temperature con conseguente innalzamento della quota neve.

agrometeorologia pan assam agricoltura