Alba Tramonto
Fase lunare di oggi
4244 iscritti al sito web

Situazione generale:
L'indomabile anticiclone africano segue pedissequamente il copione previsto nel riguadagnare posizioni sul bacino del Mediterraneo e sul Vecchio Continente. L'ampio corridoio di correnti torride sahariane è infatti oramai completamente spalancato e consente la risalita delle stesse attraverso il Magreb e l'Algeria. Per adesso la vittima preferita resta la Spagna Centrale, costretta a boccheggiare specialmente nella sua area interna. Anche sul Tirreno si comincia a risentire dell'innalzamento termico e di conseguenza anche sul nostro Paese. E' pur vero che resta un buon divario termico notte-giorno, con temperature mattutine frizzanti soprattutto sul lato adriatico.
Evoluzione per i prossimi giorni sull'Italia:
L'asse del campo anticiclonico africano, che ancora sta puntando principalmente verso la penisola iberica, è pronto a piegare verso levante e il nostro Stivale. E sarà lo schiacciamento impostogli dall'affondo depressionario britannico verso lo Stretto di Gibilterra a costringerlo a farlo. Così ritorneremo in piena traiettoria dei flussi sahariani e di conseguenza sotto le grinfie dell'afa. Questo perdurerà almeno fino alla metà della settimana prossima. In sintesi: stabilità duratura, tranne per i temporali alpini, e temperature in continua ascesa sino a domenica per stabilizzarsi su livelli elevati.